YOGALAB #03 – Prana Vashya Yoga con Barbara Zerbini

Lunedì 23 gennaio ore 20.15 / Hamsa, via Teocrito 36, Milano

YOGALAB #03 – PRANA VASHYA YOGA

 

Il focus della lezione di Barbara sarà rivolto ai principi base del Prana Vashya Yoga: questa pratica sviluppa le lezioni a partire da una sequenza di posture ‘fissa’, come accade nello Yoga Dinamico, alle quale vengono però applicate alcune varianti necessarie per l’introduzione alla pratica e per la sicurezza dei praticanti. L’incontro è ‘multilivello’, aperto a tutti: enjoy Prana Vashya!

 

LA PRATICA

La lezione si aprirà con una sequenza di Saluti al Sole con variante simile a quella praticata nell’Ashtanga Vinyasa, con una particolare attenzione alle posture di apertura e gestione del respiro ispirata dal metodo Prana Vashya.

 

PRANA VASHYA YOGA

Vinay Kumar a diciassette anni, dopo cinque anni di insegnamento, introduce una nuova sequenza, codificata da lui personalmente traendo spunto e ispirazione dalla profonda conoscenza della pratica di Pranayama, Hatha Yoga e Ashtanga Vinyasa Yoga: Prana Vashya Yoga.

Prana significa vita, per lo yoga nel significato di vita è implicito essere coscienti e consapevoli della vita stessa. Vashya significa controllo, e in questo contesto si intende il controllo di tre caratteristiche di base: felicità, salute e consapevolezza.

Dove c'è consapevolezza c'è comprensione del mondo esterno, oltre i confini della percezione di se stessi nella prospettiva sociale ci si adegua alla situazione che è presente in quel momento. Se invece la consapevolezza viene intenzionalmente diretta all'interno attraverso il Prana nei canali energetici del corpo (attraverso il respiro) in questo caso da adeguamento diventa controllo. Prana Vashya Yoga considera il respiro la chiave di accesso agli stati più profondi della coscienza, respirare è la funzione del corpo che, oltre ad essere involontaria, può essere guidata con volontà. Ogni parte del respiro, inspirazione ed espirazione, è connessa a un movimento specifico, nulla è lasciato al caso, in questa pratica lo scopo è di mantenere la mente connessa al corpo impedendole di vagare in pensieri lontani dal momento presente. La concentrazione visiva sui punti focali è di completamento a questo processo. La mente agisce da ponte tra il respiro (prana) ed il corpo, se la consapevolezza o il controllo sono presenti durante la pratica di yoga, l'individuo sarà in grado di migliorare la qualità della vita stessa.

Nei momenti di maggiore coinvolgimento muscolare il respiro tende a variare di ritmo ed intensità; lo sforzo volontario di mantenere constante ritmo e profondità del respiro, nonostante l'urgente richiesta da parte del corpo di modificare rallentare o velocizzare tale flusso, svilupperà gradualmente qualità come la pazienza e la pace interiore, queste qualità inizieranno a far parte della vita quotidiana rendendo possibile la gestione dei momenti di panico o di stress. Da considerare anche l'aumento di capacità polmonare e la maggiore elasticità e forza nel cuore.

La pratica di Prana Vashya inizia attivando i muscoli più grandi del corpo per poi passare via via ai più piccoli e profondi, in questo modo il fuoco interiore viene attivato durante la prima parte della pratica e mantenuto all'interno grazie ai passaggi dinamici tra le posture. 

 

BARBARA ZERBINI – BIO

Barbara Zerbini già da bambina frequenta corsi di Tai Chi grazie ai genitori che seguono i corsi del Maestro Su Yu Chang. Nel 2004 per curare sintomi psicosomatici da stress lavorativo incontra lo yoga, iniziando con lo yoga dinamico Ashtanga Vinyasa riconosce subito il lato terapeutico dello yoga e inizia così una profonda trasformazione del suo mondo interno ed esterno. Già dopo soli due anni frequenta corsi di formazione per insegnanti in Italia e all’estero, si diploma anche all’insegnamento di pilates che seguirà in particolare per approfondire la conoscenza dell’anatomia del corpo umano, e insegnerà anche pilates per circa due anni.

Decide infine di dedicarsi totalmente al percorso dello yoga e nel 2013 incontra il Maestro Vinay Kumar a Mysore in India, con lui segue il corso per insegnanti ricevendo la certificazione del metodo Prana Vashya Yoga.

Contemporaneamente studia a livello amatoriale l’Ayurveda e il cibo medicina della tradizione igienista. L’insegnamento è una vocazione che le permette di trasmettere le conoscenze che per sua esperienza sono un aiuto concreto ad una vita più vitale, felice e completa. Insegna yoga anche presso la scuola elementare di Basiglio, dove tiene sessioni di asana e di aiuto e sostegno alla comunicazione non violenta.

 

LE CITAZIONI DI BARBARA

“Inspira, e Dio ti si avvicina. Tieni il respiro, e Dio rimane con te. Espira, e ti avvicini a Dio. Tieni l’espirazione, e ti arrendi a Dio - Tirumalai Krishnamacharya

 “Se apriamo le mani, possiamo ricevere ogni cosa. Se siamo vuoti, possiamo contenere l’universo.” - Buddha

  

INFO LABORATORIO E ISCRIZIONE

  • Gli incontri di YogaLab sono gratuiti e aperti a tutti i soci previa prenotazione: se non sei ancora associato ma ti interessa partecipare a questo laboratorio puoi iscriverti a Yoga Collective direttamente qui: il contributo annuale per il tesseramento 2016/2017 ammonta a 10 euro ed ha validità fino al 31 agosto 2017.
  • Nel caso l'incontro risultasse sold out le nuove iscrizioni saranno inserite in lista d'attesa. In caso di disdetta da parte dei partecipanti informeremo subito gli interessati in ordine di iscrizione.
  • Se vuoi prenotare per due o più persone è necessario compilare l'iscrizione al laboratorio per ogni partecipante.